logo di stampa italiano
 
Sei in: Business by Business » Area Gas

Analisi delle attività relative all'Area Gas

Al 31 dicembre 2012, l’area Gas presenta una notevole crescita rispetto all’analogo periodo dell’esercizio precedente sia in termini assoluti che in termini percentuali di contributo al margine operativo lordo del Gruppo, arrivando al 36,4%, in crescita di 4,0 punti percentuali rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente, come illustra nella tabella sottostante:

(mln/€)31-dic-1131-dic-12Var. Ass.Var. %
Margine operativo lordo area208,7240,7+32,0+15,3%
Margine operativo lordo gruppo644,8662,0+17,2+2,7%
Peso percentuale32,4%36,4%+4,0 p.p. 

La tabella seguente riporta i principali indicatori quantitativi dell’area:

Dati quantitativi31-dic-1131-dic-12Var. Ass.Var. %
Numero clienti (unità in migliaia)1.114,51.116,3+1,8+0,2%
Volumi distribuiti gas (milioni di m cubi)2.389,22.360,1-29,1-1,2%
Volumi venduti gas (milioni di m cubi)3.321,03.478,9+157,9+4,8%
- di cui volum i Trading1.252,61.396,0+143,4+11,4%
Volumi erogati calore (Gwht)499,3526,0+26,7+5,3%

I volumi distribuiti, passano da 2.389,2 milioni di metri cubi del 2011 ai 2.360,1 del 2012, con una diminuzione dell’1,2%, che risulta superiore al calo della domanda media nazionale (-0,2%); inoltre si può segnalare che, nonostante siano state registrate nel 2012 complessivamente temperature più rigide rispetto all’esercizio 2011 (+2,4% Gradi Giorno), il quarto trimestre 2012 ha evidenziato temperature leggermente più miti (-0,8% Gradi Giorno) rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente.

I volumi venduti di gas invece passano da 3.321,0 milioni di metri cubi del 2011 a 3.478,9 del 2012, con un aumento del 4,8% rispetto all’analogo periodo del 2011, per effetto sia della crescita dei volumi intermediati, grazie sia all’ampliamento del portafoglio grossisti e alle maggiori forniture a grandi punti di consumo, come le centrali termoelettriche; che all’aumento dei volumi venduti, legato in parte all’aumento del numero di clienti serviti (+0,2%).

I volumi erogati di calore passano da 499,3 GWht dell’esercizio 2011 ai 526,0 del 2012, con un aumento del 5,3%, legato alle maggiori temperature medie complessive registrate nel 2012 e alle maggiori attivazioni avvenute nell’esercizio 2012.

Si riporta di seguito la sintesi dei risultati economici dell’area:

Conto economico
(mln/€)
31-dic-11Inc.%31-dic-12Inc%Var. Ass.Var. %
Ricavi1.490,2 1.769,3 +279,1+18,7%
Costi operativi(1.224,7)-82,2%(1.459,7)-82,5%+235,0+19,2%
Costi del personale(70,1)-4,7%(77,8)-4,4%+7,7+11,0%
Costi capitalizzati13,30,9%9,00,5%-4,3-32,3%
Margine operativo lordo208,714,0%240,713,6%+32,0+15,3%

L’aumento del 18,7% dei ricavi, che passano da 1.490,2 milioni del 2011 a 1.769,3 milioni di euro del 2012, è dovuto per circa 250 milioni di euro ai maggiori ricavi da vendita, legati per l’80% all’aumento del costo della materia prima e per la restante parte ai maggiori volumi venduti e intermediati; l’aumento del costo, e di conseguenza dei ricavi, della materia prima è dovuta sia alla crescita della componente di commercializzazione all'ingrosso  che all’aumento del costo medio del gas naturale. La restante differenza è dovuta ai maggiori ricavi sul servizio di distribuzione regolato, per 7,2 milioni di euro, e ai maggiori ricavi del Business Teleriscaldamento per i maggiori volumi di calore venduto.

La crescita del 19,2 % dei costi operativi è dovuta principalmente: (i) all’aumento del costo della materia prima gas naturale e ai maggiori volumi venduti e intermediati per circa 210 milioni di euro, per i motivi già evidenziati in precedenza, (ii) ai maggiori costi di vettoriamento del gas naturale.

Il Margine Operativo Lordo nell’area Gas aumenta quindi di 32,0 milioni di euro, passando da 208,7 a 240,7 milioni di euro, nonostante una diminuzione della marginalità percentuale, dal 14,0% del 2011 al 13,6% del 2012. Il risultato dell’area è da imputare ai maggiori margini di vendita, grazie ai buoni contratti di acquisto della materia prima e ai maggiori volumi venduti e intermediati, ai maggiori ricavi da distribuzione, ai maggiori riconoscimenti di certificati bianchi e al maggior margine per il calore venduto.


 

 
Approfondisci questo argomento sul nostro sito