logo di stampa italiano
 

5 Altri Ricavi Operativi

 
 20122011Variazioni
Commesse a lungo termine129.315143.558(14.243)
Contributi in conto esercizio e da raccolta differenziata20.39716.2764.121
Certificati bianchi19.89517.6912.204
Utilizzo e riaccertamento di fondi5.4325.459(27)
Quote contributi in conto impianto4.3563.890466
Rimborso di costi3.6893.095594
Plusvalenze da cessione di beni2.1283011.827
Rimborsi assicurativi1.8962.252(356)
Certificati grigi1.6972.829(1.132)
Locazioni1.5131.47736
Vendite materiali e scorte a terzi6701.886(1.216)
Altri ricavi12.58911.4751.114
Totale203.577210.189(6.612)

Di seguito sono commentate le variazioni più significative rispetto all'esercizio precedente.

"Commesse a lungo termine", comprendono i ricavi generati dalla costruzione, o miglioramento, delle infrastrutture detenute in concessione in applicazione dell'interpretazione Ifric 12. Il decremento rispetto all'esercizio precedente è dovuto principalmente ad una riduzione degli investimenti come dettagliatamente commentato nella relazione sulla gestione.

"Contributi in conto esercizio e da raccolta differenziata". I contributi in conto esercizio, pari a 5.556 migliaia di euro (3.905 migliaia di euro nel 2011), sono costituiti principalmente da incentivi riconosciuti dal GSE per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Tale voce evidenzia un incremento rispetto al 2011 per l'entrata in funzione di 4 nuovi impianti fotovoltaici a seguito dell'acquisizione delle società: Amon Srl, Esole Srl, Ctg Ra Srl e Juwi Sviluppo Italia 02 Srl.
I contributi da raccolta differenziata, pari a 14.841 migliaia di euro (12.371 migliaia di euro nel 2011), sono costituiti principalmente dal valore degli imballaggi (cartone, ferro, plastica e vetro) ceduti ai consorzi di filiera Conai e delle apparecchiature elettriche ed elettroniche cedute al Raee (centro di raccolta di apparecchiature elettriche ed elettroniche).

L'incremento rispetto all'esercizio precedente è dovuto all'effetto combinato di quanto segue:

  • minori quantitativi di imballaggi di cartone, 226 migliaia di euro;
  • maggiori quantitativi di imballaggi in plastica e vetro, 1.451 migliaia di euro;
  • minori contributi Raee e altri imballaggi minori, 163 migliaia di euro;
  • maggiori ricavi da "lavorazione cartone in piattaforma", 1.004 migliaia di euro;
  • maggiori contributi in conto esercizio per 478 migliaia di euro, relativi principalmente al contributo erogato dall'Unione Europea per il progetto Life relativo allo sviluppo, sperimentazione e attuazione di un sistema di gestione integrata per la raccolta, tracciabilità, identificazione e determinazione quantitativa e monitoraggio del flusso Raee.


"Certificati bianchi" e "Certificati grigi", evidenziano i ricavi consuntivati nei confronti della Cassa Conguaglio del Settore Elettrico a seguito del raggiungimento degli obiettivi energetici (certificati bianchi) e nei confronti del Ministero dell'Ambiente (certificati grigi) afferenti principalmente l'impianto di cogenerazione di Casalegno. In relazione a quest'ultimo si segnala che il Decreto Legge 20/05/2010, n.72, successivamente convertito con Legge 19/07/2010, n.111, ha stabilito che gli impianti che non ricevono l'allocazione gratuita dei permessi hanno diritto ad un rimborso monetario.

"Utilizzo e riaccertamento di fondi", comprende principalmente:

  • l'utilizzo per costi di manodopera, smaltimento percolato e ore mezzi relativi alle discariche del Gruppo (2.612 migliaia di euro, contro i 3.317 migliaia di euro nel 2011);
  • "riaccertamenti fondi diversi", principalmente in relazione alla quota Mis dell'anno 2007, 664 migliaia di euro;
  • oneri di continuità del servizio elettrico degli anni 2008, 2009, 2010, 458 migliaia di euro;
  • costi per disagi ambientali riferiti all'anno 2011 a seguito di ridefinizione contrattuale, 492 migliaia di euro;
  • riaccertamento del fondo spese legali, 1.100 migliaia di euro;
  • riaccertamento del fondo contenzioso personale, 106 migliaia di euro.


"Rimborso di costi", si tratta dei rimborsi percepiti da società o enti in relazione a personale distaccato e da recupero spese da clienti.

"Plusvalenze da cessioni di beni", costituite principalmente da:

  • cessione di mezzi, cassonetti, attrezzature e dalla vendita di un fabbricato ad uso civile ubicato presso la centrale idrica di viale Aldini a Bologna, 1.114 migliaia di euro;
  • cessione di beni strumentali relativi ai servizi di telecomunicazione, 365 migliaia di euro.


"Rimborsi assicurativi", evidenziano una variazione di 356 migliaia di euro:

  • in diminuzione per 742 migliaia di euro dovuta principalmente ai maggiori rimborsi ricevuti nel 2011 in relazione all'impianto di cogenerazione del quartiere Fossolo, Bologna, al turboespansore di Aranova, Ferrara e al depuratore di Cesenatico;
  • in aumento per 386 migliaia di euro dovuta principalmente a rimborsi ricevuti per tutela legale.


"Altri ricavi", comprendono principalmente il recupero di costi per prestazioni di servizi ambientali, settore elettrico e gas e cessione diritti di fibra ottica.