logo di stampa italiano
 

10 Altre Spese Operative

 
 20122011Variazioni
Imposte diverse da quelle sul reddito10.9169.4161.500
Tributo speciale discariche10.37011.276(906)
Canoni demaniali4.3222.9161.406
Perdite su crediti3.847113.836
Contributi associativi e altri contributi2.9532.87776
Minusvalenza su cessioni di beni1.4931.832(339)
Altri oneri minori12.92611.5021.424
Totale46.82739.8306.997

Di seguito si commentano le variazioni più significative rispetto all'esercizio precedente.

"Imposte diverse da quelle sul reddito", l'incremento rispetto al 2011 è dovuto principalmente a:

  • canoni di occupazione spazi ed aree pubbliche, relativi a periodi precedenti, riconosciuti ai Comuni della Provincia di Bologna e Ravenna a seguito di verifiche condotte sulle reti idriche e gas presenti nei rispettivi territori;
  • maggiori costi per Imu (imposta municipale unica), rispetto alla precedente Ici (imposta comunale sugli immobili).


"Tributo speciale discariche", si riferisce al pagamento dell'ecotassa sulle discariche gestite dal Gruppo. La variazione rispetto al 2011 è spiegabile come riportato di seguito:

  • incremento di 1.071 migliaia di euro per effetto della variazione dell'area di consolidamento;
  • decremento di 237 migliaia di euro a seguito della presentazione di una istanza di rimborso parziale per tributo versato in eccesso;
  • decremento di 1.740 migliaia di euro dovuto principalmente ai minori rifiuti trattati nell'esercizio 2012.


"Canoni demaniali", l'incremento rispetto al 2011 è imputabile principalmente ai maggiori canoni versati alla Regione Emilia Romagna in relazione ad anni pregressi, oltre che alla Provincia di Pesaro per la riscossione di tributi.

"Perdite su crediti", la perdita è relativa a una cessione straordinaria di crediti non performing..

"Minusvalenza su cessioni di beni", generata principalmente dalle seguenti dismissioni:

  • contatori elettrici, 215 migliaia di euro ( 696 migliaia di euro nel 2011);
  • mezzi, cassonetti e attrezzature, 155 migliaia di euro (502 migliaia di euro nel 2011);
  • immobile di Via Dozza n. 8 a Bologna, 179 migliaia di euro;
  • impianto di teleriscaldamento ubicato a Ferrara, 270 migliaia di euro;
  • oneri derivanti dalla sostituzione di parti di impianto, materiale refrattario sui termovalorizzatori di Ferrara, F3, CDR e IRE di Ravenna, 513 migliaia di euro (365 migliaia di euro nel 2011).


Tra gli "Altri oneri minori", si segnalano gli oneri di utilità sociale a seguito dell'adesione da parte della capogruppo alla raccolta fondi istituita dalla Regione Emilia Romagna a favore delle popolazioni colpite dal sisma del maggio 2012.